Moser: «Martini metteva d’accordo me e Saronni»

martini

Francesco Moser ha vissuto tutta la sua carriera in azzurro sotto la guida di Alfredo Martini. Dal secondo posto ai Mondiali di Ostuni nel ’76 – dove vinse l’oro nell’inseguimento – al successo del ’77 a San Cristobal fino alla fine degli anni ’80, passando per il secondo posto in Germania nel ’78 (da La Stampa).

Che ricordo ha di Martini?

«Come ciclista aveva fatto una buona carriera. Come uomo sapeva il fatto suo: preciso, meticoloso. Sapeva tutto, si ricordava come erano andate tutte le corse».

La sua qualità principale come ct?

«Aveva la capacità di selezionare una squadra che andava bene a tutti. Non interferiva mai con le squadre, ha sempre fatto un buon lavoro. E sapeva che in corsa le gare alla fine le fanno i ciclisti».

Che ricordo ha dei suo Mondiali con Martini come ct?

«A San Cristobal andai in fuga, quando ho forato riuscirono a cambiarmi in fretta la gomma: il coordinamento fu perfetto. Al Nurburgring invece si trattò di un’occasione persa, e se vogliamo anche quella di Saronni a Praga. Ma ripeto, le gare le vince chi corre».

Come preparava i grandi appuntamenti?

«La preparazione fisica non poteva curarla lui, ce ci prendeva in consegna per pochi giorni. Era bravo a dare le consegne rispettando le caratteristiche di ciascuno. Lasciava decidere a noi la tattica, il suo obiettivo era l’armonia. Era consapevole, da ex gregario, che il compito di chi deve gli altri è più gravoso ma riusciva a fare in modo che tutti rispettassero il proprio ruolo. Parlava singolarmente con ciascun corridore, e anche alle riserve riusciva a far “digerire” la decisione»

Fra di voi che rapporto c’era?

«Di stima reciproca: non ci sono mai state discussioni importanti. Anche la rivalità con Saronni è sempre stata gestita bene, anche se rivalità restava».

Aveva valori solidi: ereditati da una Italia diversa e da uno sport diverso?

«Sì, ma era consapevole che ai tempi bisogna adeguarsi. Non era un illuso. Si informava, parlava con i corridori e i direttori sportivi. Quando iniziammo a portarci il cuoco in trasferta capì benissimo che si trattava di cose importanti».

E’ rimasto ct per oltre vent’anni: oggi è immaginabile una simile longevità?

«E’ stato l’uomo della continuità e della saggezza. Nessuno ha mai voluto prendere il suo posto, perché tutti erano sapevano che in quel ruolo era bene che ci rimanesse lui. Del resto se l’era costruito con il lavoro e con i risultati».

Della sua carriera di ciclista vi parlava mai?

«Parlava di Coppi e di Bartali, delle gare fatte con mio fratello Aldo. Mi raccontava spesso del Tour che vinse da gregario a fianco di Bartali per raccontarmi con i soldi dei premi si era comprato l’appartamento dove ha poi sempre vissuto. Per spiegarmi che una volta il potere d’acquisto era superiore».

Al suo posto ora c’è Cassani. Quale insegnamento può trarre da Martini?

«Cassani è stato un corridore di Martini, mi sembra che stia lavorando bene. Dovrà mantenere gli equilibri fra i corridori e le squadre. Oggi però la gestione della nazionale è diversa. Un tempo c’erano le gare pre-mondiali, oggi si guarda Giro, Tour e Vuelta, poi si decide insieme con i capitani Per vincere le corse devi avere atleti forti e la concorrenza è aumentata. Ai miei tempi si partiva in 100 per un Mondiale, oggi sono più di 200: anche solo stare in gruppo è molto più difficile».

Per il prossimo Mondiale anche Martini avrebbe scommesso tutto su Nibali?

«Non abbiamo tante punte. Il percorso è difficile, non può arrivare in fondo chiunque. Che ci si aspetti molto da Nibali è nelle cose».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: