Nadal: «Sul campo non bluffo mai»

Rafa_Nadal

Rafael Nadal è il 1uno del mondo nel tennis, ma se si parla di terra battuta è di più: il numero 1 di sempre. La sua percentuale di vittorie sul rosso (93,4 per cento) è superiore, e nemmeno di poco, a quella di Borg (86,3) e Lendl (81,4). Come numero di tornei solo Vilas (46 titoli contro 43) gli sta ancora davanti – e anche quello è un primato destinato a crollare – ma gli 8 centri al Roland Garros, a Barcellona e a Monte-Carlo, dove la prossima settimana inseguirà il nono titolo, sono numeri assoluti, record praticamente imbattibili. Nel Principato Nadal, testimonial di PokerStars, stavolta è arrivato in anticipo, per giocarsi qualche mano (di beneficenza) al Casino più famoso del mondo contro Vanessa Selbst. E se sul rosso Rafa è sempre grintosissimo, al tavolo verde è sembrato decisamente più rilassato.

 

Nadal, dica la verità: lei in campo “bluffa” mai?

«No, no. Il tennis non ti permette di bluffare, è impossibile. Ma quasi quasi neanche il poker. Però è vero che cerco di non far capire ai miei avversari quando mi trovo in difficoltà sul campo. Ormai però mi conoscono tutti…».

 

A Monte-Carlo lei ha vinto 8 volte: è un posto speciale?

«Il club è bellissimo, consiglio a tutti di visitarlo.La vista è straordinaria, è un un posto quasi magico. Ma quello che fa la differenza è che a me piacciono tanto i veri Club di tennis, quelli dove puoi respirare la storia di questo sport. E Monte-Carlo haun pedigree fantastico».

 

In Coppa Davis James Ward ha detto che oggi Fabio Fognini è fra i 3 migliori del mondo sulla terra battuta: è d’accordo?

«Fabio ha cominciato benissimo il 2014, con la vittoria a Vina del Mar, l’anno scorso qui è arrivato in semifinale. Adesso comincia la stagione di terra in Europae potrà mostrare il suo talento. Credo sia un candidato a entrare fra i top-10 a fine stagione».

 

Sia magnanimo: gli dia un consiglio per batterla.

«Non sono io la persona adatta! Anche perché Fabio ha un grande allenatore, Pep Perlas,spagnolo come me, che gli sa spiegare benissimo come fare».

 

Chi sono i giovani che possono raccogliere l‘eredità sua e di Federer, quando smetterete?

«Vediamo… Del Potro e sopratutto Murray, che ha già vinto degli Slam, sono già conosciuti. Poi c’è Grigor Dimitrov, un altro con grande talento. Ha fatto molti passi in avanti, credo sarà lui a guidare la prossima generazione».

 

Molti tennisti oggi si affidano come coach a leggende del passato come Becker ed Edberg, mentrelei da sempre è fedele a suo zio Toni. Non crede che un campione possa essere bravo come coach?

«Sì, certo, loro hanno l’esperienza per farlo. Ma io ho avuto sempre lo stesso allenatore, mio Zio Toni, a cuisi affianca Francisco Roig (ex-tennista spagnolo, ndr) che conosce molto bene il tennis e la preparazione. Per me va bene così».

 

Più facile che il Real vinca la Champions con Ancelotti o che Nadal vinca ancora una volta a Parigi?

«Be’, io spero che il Real vinca! E certamente voglio arrivare al Roland Garros in forma per poter aspirare al titolo. Ma prima ci sono altri tornei importantissimi, come Roma e Madrid, e anche Barcellona».

 

Il suomedico Ruiz Cotorro-ha dichiarato che il ginocchio è migliorato e che lei potràgiocare ad alto livello almeno fino a 31-32 anni. Le Olimpiadi di Rio sono un traguardo?

«Rio sicuramente lo è. Il Brasile e il Sud America stanno puntando molto sul tennis, mi piace molto giocare là.Ma se il mio fisico lo permettevoglio andare anche oltre».

 

Lei in campo è il ritratto del coraggio. C’è una cosa nella vita che le fa paura?

«Tantissime. Ma tutte fuori del campo da tennis: un cane arrabbiato, il buio, le bugie, tante cose».

 

Lei quest’anno non ha giocato in Davis, ma sarà in campo per lo spareggio che la Spagna giocherà proprio in Brasile. Ci fa un pronostico per la semifinale di settembre fra Svizzera e Italia?

«Mmmhh… Una sfida difficile per entrambi. Dipenderà dal doppio, secondo me. Sarà in ogni caso una bella semifinale».

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: